La mia storia

Chef Gennaro Esposito

Campano di origine, fin da piccolo ha avuto ben chiaro cosa avrebbe fatto da grande… Il cuoco.

Dopo gli studi presso l’Istituto alberghiero I.P.S.A.R di Nocera Inferiore, intraprende la sua carriera, prima come aiuto cuoco presso il Ristorante Capo d’Orso, 1* Michelin, l’hotel Parsifal a Ravello, l’Hotel di Procchio all’Isola D’Elba, il Ristorante San Egidio a S.E. Del Monte Albino.

Successivamente diviene capo partita presso l’hotel di Procchio, il Villa Soglia Grande Hotel, Le Sirenuse di Positano, Can Fabes 3* Michelin a San Celone Spagna e Alain Ducasse 1* Michelin.

Nel 2007 inaugura il ristorante Perugi, della famiglia Lucchetti, con una fusione di piatti innovativi e tradizionali.

Nel 2008,dopo uno stage presso Le Calandre, 3* Michelin, lavora con Ezio Santin all’Antica Osteria del Ponte, 3* Michelin e nel 2009 diventa secondo chef presso Villa Principe Leopoldo a Lugano e poi Executive Chef presso Giunchetto di Bordighera.

Dopo una lunga gavetta e dopo aver collaborato con numeri ristoranti, molti dei quali stellati, decide di aprire il suo primo bistrot. Così nel 2011 insieme alla socia chef Annett Weindinger, apre Mise en Place.

Nel 2013 grazie all’incontro con Leonardo Tonello decide di espandere l’attività nelle più  importanti città italiane, iniziando da Milano, dove i due aprono due locali nel centro storico di Milano.

Nel febbraio 2017, lascia il marchio Mise en Place per dedicarsi, insieme alla socia Annett Weindinger , ad un nuovo progetto. Ecco che nasce Maison, un’idea di alta ristorazione dove ogni piatto viene preparato a regola d’arte.